Passa ai contenuti principali

Nessun caso per il commissario Massimo Riserbo


Nessun caso per il commissario Massimo Riserbo 
romanzo - incipit - Giovanni Sicuranza

Ascolta, la pioggia che è rabbia sulle vetrate della tua cucina e il cuore, ascolta il tuo cuore, batte rintocchi profondi, bassi, inutili per quelli come te, che non conoscono vita. 
Siete una sinfonia gotica, pianoforte e grancassa, pioggia all'imbrunire e cuore nero di malinconia. Ascolta, Massimo Riserbo, dopo potrai pensare ancora alla tua ansia, al tuo essere personaggio, alla follia dell'esistere in prosa e, magari, persino recensito. 
So cosa vorresti dirmi dei recensori, tutti; nel bene e nel male, è per causa loro che non volevi tornare; credi che siano i parassiti dell'autore, perché, quando ne elogiano un libro, e quando lo stroncano, vivono comunque riflessi dell'opera, ne hanno bisogno per riprodurre la propria esistenza all'attenzione dei lettori; questo ricordi, e, tum, il cuore va più veloce, e la pioggia è incupita dal coro dei tuoni, ma adesso basta, termina questa ossessione che ti impedisce di tornare tra i miei personaggi; c'è un nuovo romanzo, Massimo Riserbo, e io mi sono impigliato dentro, in un caso che solo tu, tra les misérables che ho creato, forse potrai risolvere. Lascia perdere le recensioni a questo incipit, pareri che indossano sapienza, lettori che scrivono ad altri lettori dall'alto di cataste truciolate in una segheria. Anche per loro troverai tempo, lo farai nel corso di questo stessa storia, te lo prometto, ma ora assecondami. Tu sei il mio personaggio principale, il commissario a cui i lettori dovranno affezionarsi, e per questo ti creo con brillantezza di dialogo, e avrai una storia di amore con sospiri di sesso, in te calerò penombre di malinconia, riflessioni amare, e zuccherifici di lieto fine. O forse no, non ho ancora compreso ogni particolare e, in parte, questa trama dipenderà anche da te. Forza, Massimo Riserbo, mio cliché del noir, dai forma al tuo trench, cela i capelli sotto il borsalino, e affacciati nel Capitolo uno. 


C'è già un gatto nero, svelato su uno steccato dal livore di luna; non c'entra con la storia, ma fa molto noir. 
Ai piedi dello steccato, stecchito, giace supino un corpo; uomo o donna, ancora non so, è scritto nella pagina dopo. 
[...]

Commenti

Giovanni Sicuranza ha detto…
Dal mio libro (il settimo, così settimo come solo le piaghe sanno essere), di prossima uscita.

Massimo Riserbo è un personaggio già noto, a quanto leggo dall'interessante Nonciclopedia:

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Massimo_Riserbo

Miticus.

Post popolari in questo blog

Donna mia

Donna miaGiovanni Sicuranza

A volte, quando il sole si sbriciola nel buio, io dimentico il suo nome.

Lei era la mia prima donna, l’ho conosciuta non so quanti anni prima di questo imbrunire.

Ecco, ora che ci penso ho lasciato indietro anche il suo viso. 
E l'unica cosa che ricordo è come rideva. 

Rideva come un cucciolo, insomma, non c’era traccia di raziocinio nel suo ridere e questo era lo splendido, tanto da avere la forza di una memoria eterna.

Lei è stata la prima che mi ha fatto pensare alla vecchiaia. 
L'amore è anche questo, no?, quando la guardi e pensi che sarete vecchi insieme e, anche se sei appena un ragazzo, all’improvviso invecchiare diventa una previsione concreta e bella.

La mia donna è morta durante questi sogni, 
è morta che rideva.

Eravamo in un locale ormai chiuso, a pranzo con amici, qualcuno le ha detto una frase idiota e lei ha iniziato a ridere, con tutta la carne di pollo pronta a entrarle nello stomaco e che invece si è fermata in gola e così è rimasta, a s…

Esempio di Relazione medico legale. La Valutazione Multidimensionale dell'Anziano

Tolti i riferimenti nel rispetto della riservatezza (vi piace di più "privacy"?), riporto una mia Relazione scritta in risposta al parere negativo del Consulente Medico d'Ufficio, incaricato da un Giudice del Tribunale del Lavoro di rispondere sulla sussistenza dei requisiti per l'indennità di accompagnamento. Non cominciate a sbadigliare, non è troppo tecnica, forse persino utile per comprendere anche aspetti di interesse sulle autonomia della personza anziana (e non solo).




Dott. Giovanni Sicuranza
Medico Chirurgo
Specialista in Medicina Legale
cell.: 338-…..
e-mail: giovanni_sicuranza@....




Controdeduzioni medico-legali


a Relazione di Consulenza Tecnica d’Ufficio


del Professore Libro de’ Libris


Causa:
Itala NEGATA / INPS


RGL n. …



Premessa.


Nella Relazione Medico Legale di Consulenza Tecnica d’Ufficio, redatta il 15.08.2009 in merito alla causa in epigrafe, il professore Libro de’ Libris, incaricato come CTU dal Giudice del Tribunale Ordinario di …, Sezione Lavoro e Previdenza…

Esempi di statue dei Cimiteri Monumentali. Il laicismo, il verismo. L'erotismo.

Dai Cimiteri Monumentali di Bologna, Milano, Genova; Parigi, Londra, Lwow (Ucraina); Viriginia (USA).



Come spiegato negli articoli (a cui si rinvia), il cimitero moderno, che vive la sua fase di crescita e apoteosi tra l'inizio del XIX secolo e la metà del XX secolo, dal punto di vista dell'arte è caratterizzato da statue impregnate di laicismo, verismo, erotismo (vd. ad esempio il monumento dedicato a Victor Noir - Père-Lachaise, Parigi - , con la zona del pene in bronzo lucido, nell'evidente erezione che le donne non disdegnano di accarezzare, quale simbolo di fertilità).


E' la celebrazione della nuova borghesia, nell'individualismo e nella ricerca dei particolari, oltre il messaggio religioso.