Profilo


Profilo - Giovanni Sicuranza



Vivo circondato da vivi, eppure 
vivo. 
Non sopporto il confronto, la parola, lo sguardo, questo mescolarsi tra gente priva di immortalità; non ho bisogni da soddisfare all'esterno, io. Meglio scegliere on-line un nuovo cappotto, un altro modellatore di baffi, pagare con carta di credito e poi cambiare sito, piuttosto che sentirmi gli occhi di un commerciante addosso, infettarmi con il suo sorriso di circostanza, sapere che in realtà mi sta deridendo, lui, che magari è un corpo estraneo, un parassita del mio "stato". 
Non mi interessa questa gente, in strada, al lavoro, la socialità dei corpi la lascio ai fragili, a tutti i perdenti. Troppe trappole, troppa tensione, meglio migliaia di contatti nel gruppo che ho creato su Facebook, dove le mie idee piacciono e, sì, certo che piacciono, dove le scrivo come voglio e gli altri seguono.
Io proclamo, loro condividono.
Tutti loro senza volto, uniti in un unico gradimento.
A volte qualcuno se ne va, ma per ogni perdita ho decine di consensi; per ogni dissenso, posso eliminare chi voglio, cancellare le identità dal gruppo, fino a quando il gruppo diventa unica acclamazione.
Qui, in questa folla di “mi piace”, io vivo.

[profilo modificato in data 01 settembre, ore 04.45, dall'Utente Adolf Hitler]



(immagine: opera di Felix Nussbaum  - Osnabrück, 11 Dicembre 1904, Auschwitz, 2 Agosto 1944 - pittore surrealista ebreo-tedesco))

Commenti

Post più popolari