Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2011

Ancora associazioni tra "Antologia di Spoon River" e "Storie da Città di Solitudine e dal Km 76"

Riporto il bel video che un amico di viaggio ha inserito su Facebook (https://www.facebook.com/home.phpsk=group_199878490034899&notif_t=group_activity), proprio mentre ascoltava l'intervistatore Carlos Mandia e il sottoscritto paragonare le due opere su Radio RSC:


A proposito, per gli interessati che si sono persi l'intervista in diretta, tra pochi giorni sul sito di RSC sarà disponibile la  registrazione; scaricabile, credo (no, dalla dichiarazione dei redditi, no).

“E’ il granello di sabbia che confonde l’occhio della mente”. Recensione su Lib(e)ro Libro

Il titolo introduce la recensione di "Storie da Città di Solitudine e dal Km 76", da pochi giorni sul portale di "Lib(e)ro libro", e sulla pagina Facebook, rispettivamente ai link:
http://www.liberolibro.it/giovanni-sicuranza-storie-da-citta-di-solitudine-e-dal-km-76/
https://www.facebook.com/pages/Libero/268674025057
La recensione (qui riportata in versione quasi integrale) è a cura di Katia Ciarrocchi, che ringrazio. 

Racconti di “Fine viaggio”
E’ il granello di sabbia che confonde l’occhio della mente” (Orazio nell’Amleto).
Inizio a leggere Storie da città di solitudine e dal Km 76 con titubanza poiché è un libro auto-pubblicato dall’autore bypassando i tradizionali filtri e canali dell’editoria classica. Self publishing che mi ha deluso in precedenza ha introdotto in me un pregiudizio che oggi son ben lieta di demolire.Giovanni Sicuranza, medico legale, in attivo diverse partecipazioni in antologie e pubblicazioni di racconti esce con il suo primo romanzo nel 2009 …

La polenta miracolosa

Chissà se per il verificarsi di un miracolo è più stimolante il termine Monas prodigiosa o Serratia marcescens. A tale proposito la Chiesa tace, forse perché sa che i miracoli erano già riferiti nella civiltà ellenica, forse perché, come precedentemente spiegato a proposito della pedofilia (vd.), il suo comportamento è anche in questo caso suggerito dall’ambiguità. Infine, perché, la Chiesa lo sa bene, miracolo e santità, ovvero la proclamazione di Santi (anche di persone dalla dubbia condotta; si veda ad esempio l’inchiesta dettagliata e documentata sulla monografia sul Papa oscurantista, supplemento del numero odierno di MicrOmega), da maggiore potere su un popolo che nella superstizione, religiosa ed extrareligiosa, sull’idolatria, è stato “allevato”, ben prima del Cristianesimo. Lascio per il momento ai veggenti ispirati le parole della Regina della Pace, come è chiamata Maria in un copia e incolla del nome della dea Iside, su cui tornerò in seguito, e mi dedico al latinismo (sarà …

La deriva dei continenti.

Intervista radiofonica

Su RADIO RSC
D'accordo, la fotografia è più da effetto. Ma, dopo che vi sarete imbambolati, leggete, o ascoltate:
http://www.zazoom.it/blog_rsc/post.asp?id=493

Tra le notizie, quella dell'intervista al sottoscritto. Sabato 30 aprile, mattina.

"Train Blues" - Blues Train Band

I viaggi del treno a vapore Edgar 2011. Trailer ufficiale.

Gruppo su Facebook:
https://www.facebook.com/#!/home.php?sk=group_199878490034899&ap=1

Il treno a vapore Edgar 2011 si muove tra il tempo e lo spazio. Si discute di viaggi, di narrativa e poesia e amenità varie.
Imprevisti possono presentarsi in qualsiasi momento e devono essere risolti per riprendere il viaggio.
Per iscriversi, inserire nel motore di ricerca "I viaggi del treno a vapore Edgar 2011" e chiedere di iscriversi ( https://www.facebook.com/#!/home.php?sk=group_199878490034899&ap=1 ).
O inviare la richiesta, in messaggio privato, a Giovanni Sicuranza, amministratore del gruppo.

"I viaggi del treno a vapore Edgar 2011" è un ibrido tra la community e il gioco di ruolo. Si sviluppa sulle trame di viaggi, con destinazioni in ogni dove e quando, con possibili imprevisti da risolvere. Perché questo funzioni è richiesta la vostra partecipazione, anche se sporadica. Questo è l'aspetto del "ruolo".
Essendo anche un luogo di incontro, ognuno è …

Pneuma urbano

Assemblate
nell’otre dell'autobus,
carni fluttuose spiaccicano
umidità confuse.
E, sui respiri arroccate,
dipingono
olezzi graffianti.

Il sangue del vento

Lacerato dalle lame
di una girandola,
geme il vento
all’orecchio dei sordi.
Solleva foglie, fugaci tamponi
sulle ferite di primavera.
La girandola si muove veloce,
festosa delizia dei bambini.
Strappa la carne
al vento e non si ferma.
Non si ferma.

"365 racconti horror per un anno" - Delos Books Editore

In uscita verso metà maggio, la nuova antologia con presenza del mio racconto "Lasciate che vengano a me".
Copertina definitiva, modificata rispetto a quella proposta mesi fa (vd. precedente post):


Dal sito della Casa Editrice:
365 autori. 365 racconti. 365 declinazioni dell'horror. La seconda antologia di Delos Books che fa seguito al clamoroso successo della "365 racconti erotici per un anno", e che propone al pubblico un numero sorprendente di brevissimi racconti del terrore, tutti da non perdere!
Dopo il successo dell'antologia 365 racconti erotici per un anno, un'altra impresa quasi impossibile messa in campo da Delos Books: una raccolta di 365 racconti horror selezionati fra migliaia che hanno partecipato alle selezioni sul forum della Writers Magazine Italia.
L'esperimento non solo è riuscito anche questa volta, ma conferma che in Italia esistono autori di grande valore, capaci di esprimersi in più generi letterari a una qualità che non ha null…

I viaggi del treno a vapore Edgar 2011. Secondo trailer.

Incontro con Ashard; Animak, Isole Aluetine. "I viaggi del treno a vapore Edgar 2011".

L'Istituto "Ramazzini" di Bentivoglio e un'intervista.

Dal portale dell'Istituto: 


http://www.ramazzini.it/istituto/index.asp



L'Istituto Ramazzini è una cooperativa sociale (Onlus) impegnata, da oltre vent'anni, a combattere il cancro. Le sue attività sono incentrate in tre aree di intervento: Le attività di ricerca sono finalizzate soprattutto alla identificazione e quantificazione, su base sperimentale, dei rischi cancerogeni, oltre che alla valutazione di efficacia e tollerabilità di farmaci e principi attivi, utilizzabili per contrastare l’insorgenza e/o la progressione dei tumori.
L'Istituto Ramazzini si avvale della collaborazione del Collegium Ramazzini, un’accademia internazionale di oltre 180 membri di 32 paesi, esperti nel settore delle malattie professionali e della medicina ambientale. La missione del Collegium Ramazzini è di far progredire gli studi di medicina professionale ed ambientale e di costituire un ponte tra il mondo della scienza ed i centri sociali/politici che devono agire sulla base delle scoperte scie…

"Dr. Morgue". Nuova serie della Star Comics Editore

Dal 14 aprile in edicola il numero 1: "La morte perfetta".
http://issuu.com/edizionistarcomics/docs/drmorgue1?viewMode=magazine&mode=embed

Sceneggiatura di Silvia Mericone e  Rita Porretto.






Consulente medico legale della serie:  Giovanni Sicuranza




Radio RSC e "Storie da Città di Solitudine e dal Km 76"

Su Radio RSC (Eboli), una segnalazione della mia opera (con tanto di voce femminile in streaming, che, in abile retorica, sintetizza la trama):

http://www.zazoom.it/blog_rsc/post.asp?id=357




Grazie

Anteprima di "Ritorno a Città di Solitudine". Il video.

Do lo re

Do lo re
di Giovanni Sicuranza

Le tue lacrime sono
corde di violino
tese su do lo re.

E quella nota che
stride sconosciuta,
è la tonalità del tuo
smarrimento.

Lo sento,
Lo desidero,
Lo perdo.

Ogni lacrima vibra
sulla cassa delicata
del tuo viso.
E’ una nota lunga,
sempre più lunga.
E come le altre
si infrange al suolo,
in composizioni di
requiem.



Intervista su "Mangialibri". La mia scrittura.

Intervista a cura di Sonia Argiolas, al link:
http://www.mangialibri.com/node/8313
La riporto di seguito.

Per ragioni “logistiche” non ho avuto la possibilità di incontrare personalmente Giovanni Sicuranza e, soprattutto, verificare di persona se la sua logorrea – definita incurabile – potesse essere arginata con un’intervista vis à vis. Ci siamo accontentati di una intervista tramite Facebook, perché è qui che l’ho conosciuto. Anzi, per essere precisa un giorno ho letto un post provocatorio che mi ha colpito di un tale Sicuranza. Era una provocazione che ho ritenuto intelligente. Certo, è stato assalito da una marea di commenti negativi. Ma si è salvato dal linciaggio. Resistente il ragazzo. Di sicuro, non si salverà dalla logorrea.
È risaputo che tu sia logorroico - ironicamente parlando - come mai hai scelto il racconto che è breve e, tra l'altro, non è il genere più amato in Italia?
Proprio perché il racconto, essendo un genere bistrattato, mi da modo di parlare e parlare e parl…

Una recensione da WOW!

Continuano gli aggiornamenti su "Storie da Città di Solitudine e dal Km 76".
Questo, per l'importanza del sito "Mangialibri", è un buon risultato:
http://mangialibri.com/node/8305
La mia gratitudine all'autrice, Sonia Argiolas.
Seguiranno altre novità, di cui vi informerò (ahivoi), ma, per il momento, invece della solita copertina del mio libro, permettetimi l'immodestia dello sfogo:

Chopin - "Notturno in Do# minore"

Non aprite l'ombrello. Lasciate che le note vi piovano addosso.



I racconti del Direttore – La spagnola

I racconti del Direttore – La spagnola
Giovanni Sicuranza


Avete notato il fumo uscire dalla pipa? È come l’alito di un respiro d’inverno.
Ecco, adesso si è spenta. Forse la mia pipa è morta?
No, vedete … un istante … basta usare l’accendino e … uhmm … riprende il respiro.
Io sono così. La mia natura è morire e rinascere.
Purtroppo, non sono riuscita a condividerla con una donna che ho amato. No, non quella di cui vi raccontavo, della stanza tre. Nella mia lunga vita ho amato intensamente, come la prima volta, più di una donna mortale.
Mettetevi comode, ombre, vi ho accolti nella Sala Arancione per erodere un’altra notte nei ricordi di occasioni mancate. Ancora in una storia di morte. E di amore oltre la morte.
***
Il Capitano di Brigata ha molti anni che lo appesantiscono, rendendolo curvo e adatto alla vita del fronte. Ma non ha mai affrontato una battaglia, se non dalle retrovie. Non è mai stato costretto a correre piegato, lungo i confini delle trincee delimitate dai sacchi di sabbia,…