Passa ai contenuti principali

Benvenuti a Bonapaglia


Benvenuti a Bonapaglia - Giovanni Sicuranza

Bonapaglia è l'unico paese a circumnavigare l’equatore,  costruito proprio lungo tutta la linea che spezza in due il mondo, e da una parte se ne sta il Nord, e dall'altra, sia ben chiaro, il Sud. 
Bonapaglia è il filo interdentale dei residui organici, gli scarti sociali senza terra; devono passare su questa linea prima di finire in basso, tutti, digeriti nel caos del meridione terrestre. 
Sì, proprio Bonapaglia, il luogo di frontiera, dove la gente non può uscire dalla linea equatoriale senza permesso, e allora cammina un passo avanti l’altro, come equilibrista da circo, le braccia distanziate dal corpo, aperte in fragili movimenti sussultori, sussurri d’aria che chiedono di non perdere l’equilibrio. 
Bene, adesso hai capito dove stiamo andando, e saprai anche della sfortuna di questo posto; insomma, chi non conosce la Legge dei Sempreverdi che, per dissuadere i confinati del Sud dall’invadere il Nord, per evitare contaminazioni, hanno scelto un nome tanto evocativo. 
Ovunque tu ti giri, a Bonapaglia Delll’Equatore troverai incendi, tanti, ma così tanti che la gente è stanca di ideare progetti, perché sempre se ne vanno in fumo. 
A Bonapaglia Dell'Equatore l’uomo fluttua su una linea e vive l’assenza, fino a quando non si stanca, si sdraia al sole, ma rigorosamente su un fianco per non rischiare di superare il confine, e attende. 
Attende l’autocombustione. 
Una morte rapida per corpi pieni al settanta percento di acqua in ebollizione.
D’altra parte, lo avrai visto nei documentari, persone e animali esplodono anche mentre camminano, mentre si salutano, se respirano più a fondo del solito. 
A Bonapaglia non andare, se una tuta refrigerante non puoi indossare; ecco il loro slogan, ecco cosa ti diranno, ma io, che ho vissuto lì per il massimo del periodo concesso a un nordista, per tutte le trentasei ore del visto, io conosco un altro modo. 
Figliolo, basta non leggere il nome del Paese, basta tenere lo sguardo basso per non incrociare cartelli di benvenuto. Tutto qui. 
Non lasciare che i tuoi occhi pronuncino l’invito al fuoco. Testa china e movimenti lenti, allora ce la puoi fare, almeno credo. 
Ah, e stai attento ai meridionali; si avvicinano al confine, tendono le mani per supplica ed è proprio così che sei spacciato, nello sforzo di tirarli a te, bum!, due corpi in un'unica fiamma.

Ecco, questo è il mio consiglio; adesso ti dispiacerebbe spiegarmi di cosa stiamo parlando? Voglio dire, tu taci, forse vuoi farmi capire che Bonapaglia non esiste, ma se queste frasi non hanno un senso, non lasciano un messaggio, se non svoltano in un finale a sorpresa, perché abbiamo trascinato fin qui il lettore? 
No, figliolo, bisogna pure inventare qualcosa, un racconto, una morale, un che.
Senti, facciamo che mentre mi accendo una sigaretta e aspetto la cena, tu ti dai da fare con il barbecue. Intanto, mentre ti riscaldi, ne approfitto e mi scavo anche un po' d'ombra, ecco, proprio qui, figliolo, dove hai lasciato il tuo corpo, al fresco della fossa.

Commenti

Post popolari in questo blog

Donna mia

Donna miaGiovanni Sicuranza

A volte, quando il sole si sbriciola nel buio, io dimentico il suo nome.

Lei era la mia prima donna, l’ho conosciuta non so quanti anni prima di questo imbrunire.

Ecco, ora che ci penso ho lasciato indietro anche il suo viso. 
E l'unica cosa che ricordo è come rideva. 

Rideva come un cucciolo, insomma, non c’era traccia di raziocinio nel suo ridere e questo era lo splendido, tanto da avere la forza di una memoria eterna.

Lei è stata la prima che mi ha fatto pensare alla vecchiaia. 
L'amore è anche questo, no?, quando la guardi e pensi che sarete vecchi insieme e, anche se sei appena un ragazzo, all’improvviso invecchiare diventa una previsione concreta e bella.

La mia donna è morta durante questi sogni, 
è morta che rideva.

Eravamo in un locale ormai chiuso, a pranzo con amici, qualcuno le ha detto una frase idiota e lei ha iniziato a ridere, con tutta la carne di pollo pronta a entrarle nello stomaco e che invece si è fermata in gola e così è rimasta, a s…

Esempio di Relazione medico legale. La Valutazione Multidimensionale dell'Anziano

Tolti i riferimenti nel rispetto della riservatezza (vi piace di più "privacy"?), riporto una mia Relazione scritta in risposta al parere negativo del Consulente Medico d'Ufficio, incaricato da un Giudice del Tribunale del Lavoro di rispondere sulla sussistenza dei requisiti per l'indennità di accompagnamento. Non cominciate a sbadigliare, non è troppo tecnica, forse persino utile per comprendere anche aspetti di interesse sulle autonomia della personza anziana (e non solo).




Dott. Giovanni Sicuranza
Medico Chirurgo
Specialista in Medicina Legale
cell.: 338-…..
e-mail: giovanni_sicuranza@....




Controdeduzioni medico-legali


a Relazione di Consulenza Tecnica d’Ufficio


del Professore Libro de’ Libris


Causa:
Itala NEGATA / INPS


RGL n. …



Premessa.


Nella Relazione Medico Legale di Consulenza Tecnica d’Ufficio, redatta il 15.08.2009 in merito alla causa in epigrafe, il professore Libro de’ Libris, incaricato come CTU dal Giudice del Tribunale Ordinario di …, Sezione Lavoro e Previdenza…

Esempi di statue dei Cimiteri Monumentali. Il laicismo, il verismo. L'erotismo.

Dai Cimiteri Monumentali di Bologna, Milano, Genova; Parigi, Londra, Lwow (Ucraina); Viriginia (USA).



Come spiegato negli articoli (a cui si rinvia), il cimitero moderno, che vive la sua fase di crescita e apoteosi tra l'inizio del XIX secolo e la metà del XX secolo, dal punto di vista dell'arte è caratterizzato da statue impregnate di laicismo, verismo, erotismo (vd. ad esempio il monumento dedicato a Victor Noir - Père-Lachaise, Parigi - , con la zona del pene in bronzo lucido, nell'evidente erezione che le donne non disdegnano di accarezzare, quale simbolo di fertilità).


E' la celebrazione della nuova borghesia, nell'individualismo e nella ricerca dei particolari, oltre il messaggio religioso.