Pesceballa



Pesceballa - Giovanni Sicuranza

Masha ha un pesciolino nuovo rosso bello. 

Chiama le sue amiche e tutte le mani fanno PAM entusiaste sulla vaschetta e trillano Pesciolino, pesciolino, vieni da me, guarda la pappa, no da me da me.




Un giorno Masha vede prima la pancia del pesciolino, un rosso tondo scuro che affiora dell'acqua, e ride, Sei un monello, tu, ti sei messo a pancia in su così guardi la ghiaia e le piante, eh, mica il cielo finto.

Si, adesso non si muove e Masha dice che dorme e pensa che è figo lo stesso, perché già quella sera diventa grigio e il mattino dopo è verde, ah, sei un pesce magico, venite a vedere, si gonfia come un rospo, e il giorno dopo ancora il pesciolino è tanto nero nero.


Solo quando esplode, con pezzetti puzzosi che colano lungo la boccia, Masha fa una O grande grande con la bocca e tante lacrime scendono a riempirla. Non eri un pesciolino, cattivo, eri solo un palloncino rotto.






Commenti

Post più popolari