Decadento


DecadentRo

"Si attarda questa lacrima d'assenzio, 
passo lieve sull'abisso delle mie labbra. 
Non il vuoto, ma ciò che la carne non dice; 
il sangue, le ossa, questo cerca l'assenzio. 
Nel buio, dove esisto, una Fata Verde sogna"  

[G. Rovani Sicuranza - 26 gennaio 1874]


Domenica decadente, percorsi tra cimiteri dimenticati e, per voi, se vi pare, tra i miei deliri; per chi ne fa collezione, colazione, per chi vuole condividerli, condirli e moltiplicarli. 

Le mie "elucubrazioni sotto vuoto":




I miei "versi": 




Le "pillole racconto": 


A voi la scelta, se scelta deve essere.

Giovanni Sicuranza 

Commenti

Post più popolari