Passa ai contenuti principali

Intermezzo pubblicitario


Intermezzo pubblicitario 
(attenzione: il contenuto risulta banale, noioso, sgradevole, tendenzialmente sociopatico) 

Le forze che distolgono dalla vita familiare e spingono verso il mondo del lavoro vengono continuamente alimentate dal consumismo, ideale per mantenere il rovesciamento di priorità emotive tra i due ambiti. Esposti ad un bombardamento continuo di pubblicità, ci si convince di avere bisogno di più cose, ma per comprarle occorrono più soldi e per guadagnare bisogna lavorare di più. Così si sta fuori casa, fuori dall'ambiente dei sentimenti, per molte ore, cercando di rimediare all'assenza con regali materiali: si materializzano i sentimenti. Il ciclo è senza fine. 
Il distacco emotivo e l'assenza fisica dalla scena di coppia rendono il lavoratore, uomo e donna, insofferenti di fronte ai conflitti, che inevitabilmente nascono dalla convivenza; le abilità necessarie per dialogare e comprendersi tendono ad essere sempre più ristrette, ghettizzate, e la sfida al superamento si trasforma nel pretesto per interrompere e poi ricominciare con altri, daccapo, sempre nella stessa spirale: del resto, nella società del consumismo, noi stessi siamo consumi, da prendere e abbandonare. 
Uomini e donne, dediti a guadagnare di più per acquistare "cose che occorrono per essere felici" (è un mantra in cui siamo calati dalla nascita), o per tendere al consumismo minimo che ci renda accetti nella società dei consumatori (anche a costo di ridurre ulteriormente i bisogni essenziali della vita), abbiamo meno energie, meno interesse, da dedicare all'empatia reciproca, ai negoziati intensi, lunghi, difficili, impegnativi. Meglio un rapporto "a rischio", un rapporto "usa e getta", nello stile di quanto si anela materialmente, o tentare di risolvere il conflitto velocemente con un atto di acquisto, con un regalo materiale. Meglio i rapporti fittizi dei social network, in cui l'aspetto migliore non è esserci, ma troncare quando si vuole, rapidamente, senza nulla dovere agli altri. Il rapporto di coppia, materializzato dal regalo, feticcio della carenza dell'esserci davvero, o termina, scartato come prodotto difettoso, o si assesta su complicità vuote; non subentra la soddisfazione, il vuoto interiore rimane, l'ansia continua (lavoro per consumare, capacità di consumare per sentirsi parte della società, per "equilibrare" rapporti emotivi) 
E l'ansia è tra i migliori incentivi per ulteriori acquisti.

N.B.: pubblico questo post non perché profondamente toccato dalla problematica, ma a scopo fittizio, nel commercio di me stesso, per sentirmi accettato dalle comunità del confessionale del web, nell'anelito di rafforzare l'autostima alla ricerca di qualche "mi piace".

Commenti

Post popolari in questo blog

Donna mia

Donna miaGiovanni Sicuranza

A volte, quando il sole si sbriciola nel buio, io dimentico il suo nome.

Lei era la mia prima donna, l’ho conosciuta non so quanti anni prima di questo imbrunire.

Ecco, ora che ci penso ho lasciato indietro anche il suo viso. 
E l'unica cosa che ricordo è come rideva. 

Rideva come un cucciolo, insomma, non c’era traccia di raziocinio nel suo ridere e questo era lo splendido, tanto da avere la forza di una memoria eterna.

Lei è stata la prima che mi ha fatto pensare alla vecchiaia. 
L'amore è anche questo, no?, quando la guardi e pensi che sarete vecchi insieme e, anche se sei appena un ragazzo, all’improvviso invecchiare diventa una previsione concreta e bella.

La mia donna è morta durante questi sogni, 
è morta che rideva.

Eravamo in un locale ormai chiuso, a pranzo con amici, qualcuno le ha detto una frase idiota e lei ha iniziato a ridere, con tutta la carne di pollo pronta a entrarle nello stomaco e che invece si è fermata in gola e così è rimasta, a s…

Esempio di Relazione medico legale. La Valutazione Multidimensionale dell'Anziano

Tolti i riferimenti nel rispetto della riservatezza (vi piace di più "privacy"?), riporto una mia Relazione scritta in risposta al parere negativo del Consulente Medico d'Ufficio, incaricato da un Giudice del Tribunale del Lavoro di rispondere sulla sussistenza dei requisiti per l'indennità di accompagnamento. Non cominciate a sbadigliare, non è troppo tecnica, forse persino utile per comprendere anche aspetti di interesse sulle autonomia della personza anziana (e non solo).




Dott. Giovanni Sicuranza
Medico Chirurgo
Specialista in Medicina Legale
cell.: 338-…..
e-mail: giovanni_sicuranza@....




Controdeduzioni medico-legali


a Relazione di Consulenza Tecnica d’Ufficio


del Professore Libro de’ Libris


Causa:
Itala NEGATA / INPS


RGL n. …



Premessa.


Nella Relazione Medico Legale di Consulenza Tecnica d’Ufficio, redatta il 15.08.2009 in merito alla causa in epigrafe, il professore Libro de’ Libris, incaricato come CTU dal Giudice del Tribunale Ordinario di …, Sezione Lavoro e Previdenza…

Esempi di statue dei Cimiteri Monumentali. Il laicismo, il verismo. L'erotismo.

Dai Cimiteri Monumentali di Bologna, Milano, Genova; Parigi, Londra, Lwow (Ucraina); Viriginia (USA).



Come spiegato negli articoli (a cui si rinvia), il cimitero moderno, che vive la sua fase di crescita e apoteosi tra l'inizio del XIX secolo e la metà del XX secolo, dal punto di vista dell'arte è caratterizzato da statue impregnate di laicismo, verismo, erotismo (vd. ad esempio il monumento dedicato a Victor Noir - Père-Lachaise, Parigi - , con la zona del pene in bronzo lucido, nell'evidente erezione che le donne non disdegnano di accarezzare, quale simbolo di fertilità).


E' la celebrazione della nuova borghesia, nell'individualismo e nella ricerca dei particolari, oltre il messaggio religioso.