Passa ai contenuti principali

Riedit


Riedit! - Giovanni Sicuranza

Tavolo in compensato scuro, intarsiato di polvere.
A un metro di distanza, lungo i lati minori, due sedie si fronteggiano, indossando rispettivamente un uomo tarchiato e una donna sottile.
- Lo ha ucciso lei, signora Mia Bella?
- Sì, commissario.
- Quindi confessa.
- Sì.
La sedia con l'uomo tarchiato ha un gemito in PVC.
- E il movente?
Mia Bella sorride e apre le narici, umide vagine sull'odore di protocollo del commissario Massimo Riserbo.
Le sedie scivolano sul pavimento, una verso l'altra, in un gemito troppo breve. 
Spezzato.
- Uccidere il mio amante Tamo Tanto aumenterà le letture di questo racconto, per il resto mediocre, così goffo da non avere neppure un finale.
- Ma, ma, ma. 
Prima di entrare nella Polizia di Lavrange, Massimo Riserbo è stato il leader della banda rap "Spacco il Culo ai Culattoni". A Santremo 2001, lui e suoi rapper ringhiosi si classificarono ultimi e vinsero il Fallo di Riace, premio di consolazione, perché la classifica terminava con loro e non c'erano altri dietro, nemmeno dietro il di dietro. Da allora, Massimo Riserbo ha giurato di non occuparsi più di deretani altrui, se non nel senso di spaccare il culo ai drogati della via Gluck, eppure ora, eppure adesso, questa donna delicata, questa margherina senza polifosfati aggiunti, è accusata di avere penetrato l'amante, di averlo fatto fino a che morte non li ha separati. 
- Signora Mia Bella, le sembra un modus operandi dignitoso? E perché non squartarlo, allora?
- Quel fanatico del body bulging? Aveva pettorali da palestra, mura addominali invalicabili; in compenso, beh, i muscoli glutei erano ben allenati al traforo, sempre allenamento da palestra, intendo.
- Ah, e l'arma del delitto - la sedia del maresciallo gratta il pavimento, perplessa - Dov'è il matterello?
Dall'altra sedia, luccichio di gambe affusolate in metallo.
- Indovina, indovinello, è uscito dal budello, ne ha trovato un altro bello, questo largo matterello.  
Massimo Riserbo deglutisce intuizioni e dolori.
- Non mi dica - scricchiola, mentre avverte un senso di corpo estraneo dentro i tabù del suo corpo.
- Come ha fatto a inserirlo nella vittima?
- Vittima?
Mia Bella si sporge ancora verso Massimo Riserbo. Lui avverte un "flop" e capisce subito che qualcosa di solido, di matterellianamente solido, tenta di partorirsi dal profondo nero di lei.
- No, non mi dica, non mi dica che è stato lui a chiederle di.
- Vuole vederlo?
- Mi risparmi. Senta, questa trama non funziona, non conclude nulla. 
- La bozza non è di suo gradimento, commissario?
- Uno schifo, direi. Qualcuno potrebbe trovarla sconveniente, sadicamente omosessuofoba, o come si dice. 
- Beh, io glielo avevo detto, manca anche una conclusione ad effetto. Dunque, cosa decide di fare il commissario Massimo Riserbo?
- Appunto, sono il commissario di questi deliri sicuranzeschi, mio compito è salvaguardare il gradimento del lettore. Per cui, signora Mia Bella, la saluto, anzi, la cancello e, con questa fine indegna, al Sicuranza notifico il riedit. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Donna mia

Donna miaGiovanni Sicuranza

A volte, quando il sole si sbriciola nel buio, io dimentico il suo nome.

Lei era la mia prima donna, l’ho conosciuta non so quanti anni prima di questo imbrunire.

Ecco, ora che ci penso ho lasciato indietro anche il suo viso. 
E l'unica cosa che ricordo è come rideva. 

Rideva come un cucciolo, insomma, non c’era traccia di raziocinio nel suo ridere e questo era lo splendido, tanto da avere la forza di una memoria eterna.

Lei è stata la prima che mi ha fatto pensare alla vecchiaia. 
L'amore è anche questo, no?, quando la guardi e pensi che sarete vecchi insieme e, anche se sei appena un ragazzo, all’improvviso invecchiare diventa una previsione concreta e bella.

La mia donna è morta durante questi sogni, 
è morta che rideva.

Eravamo in un locale ormai chiuso, a pranzo con amici, qualcuno le ha detto una frase idiota e lei ha iniziato a ridere, con tutta la carne di pollo pronta a entrarle nello stomaco e che invece si è fermata in gola e così è rimasta, a s…

Esempio di Relazione medico legale. La Valutazione Multidimensionale dell'Anziano

Tolti i riferimenti nel rispetto della riservatezza (vi piace di più "privacy"?), riporto una mia Relazione scritta in risposta al parere negativo del Consulente Medico d'Ufficio, incaricato da un Giudice del Tribunale del Lavoro di rispondere sulla sussistenza dei requisiti per l'indennità di accompagnamento. Non cominciate a sbadigliare, non è troppo tecnica, forse persino utile per comprendere anche aspetti di interesse sulle autonomia della personza anziana (e non solo).




Dott. Giovanni Sicuranza
Medico Chirurgo
Specialista in Medicina Legale
cell.: 338-…..
e-mail: giovanni_sicuranza@....




Controdeduzioni medico-legali


a Relazione di Consulenza Tecnica d’Ufficio


del Professore Libro de’ Libris


Causa:
Itala NEGATA / INPS


RGL n. …



Premessa.


Nella Relazione Medico Legale di Consulenza Tecnica d’Ufficio, redatta il 15.08.2009 in merito alla causa in epigrafe, il professore Libro de’ Libris, incaricato come CTU dal Giudice del Tribunale Ordinario di …, Sezione Lavoro e Previdenza…

Esempi di statue dei Cimiteri Monumentali. Il laicismo, il verismo. L'erotismo.

Dai Cimiteri Monumentali di Bologna, Milano, Genova; Parigi, Londra, Lwow (Ucraina); Viriginia (USA).



Come spiegato negli articoli (a cui si rinvia), il cimitero moderno, che vive la sua fase di crescita e apoteosi tra l'inizio del XIX secolo e la metà del XX secolo, dal punto di vista dell'arte è caratterizzato da statue impregnate di laicismo, verismo, erotismo (vd. ad esempio il monumento dedicato a Victor Noir - Père-Lachaise, Parigi - , con la zona del pene in bronzo lucido, nell'evidente erezione che le donne non disdegnano di accarezzare, quale simbolo di fertilità).


E' la celebrazione della nuova borghesia, nell'individualismo e nella ricerca dei particolari, oltre il messaggio religioso.