Oil



Non ti ha escluso dalla sua vita, anzi. A lei piace sapere quando ci sei, decidere l’istante in cui vederti. 
A lei piace programmare il momento del desiderio, renderlo sicuro nel tempo. 
In un ritratto ha monopolizzato il tuo imprevedibile esserci, nel dipinto ha programmato il vostro rapporto e lo ha reso coerente al suo bisogno di compagnia o ai crepuscoli della solitudine.
Ora non ha ansie, non ha rimpianto, ora rinasce, perché sa quando vedere il tuo volto e sa quando celarti un cassetto. 
Questo particolare rende duraturo il vostro rapporto, come mai è riuscito nella caducità della tua vita.   

[da “Oil”, romanzo di G. LimonovAnza]


Commenti

Post più popolari