Incontri



Dama Asfissia, ti stringo fino ai polmoni, 
non ho sussulti romantici tra le gambe, 
ma un duce teso all'impero.
Dama mia Lama, sguscia il cuore infranto 
dalla poesia, posalo nudo, rosso e nero, 
sul ventre del divano. 
Dopo passeremo a prenderlo, lo prometto, 
muscolo umido tra le birre, e sarà ancora 
tuo e sarà forse mio.

Commenti

Post più popolari