Putrescina e dintorni



Putrescina e dintorni
Giovanni Sicuranza 

Quando respira, uccide. 
La peggiore alitosi diventa brezza piacevole, agognata sui fetori di ogni sua singola parola. Così è Putrescina. 
Schiere di uomini cadono ai suoi piedi e dopo, da cadaveri attoniti nel tanfo polmonare di Putrescina, nemmeno sono in grado di comportarsi come tali, nemmeno riescono a puzzare. 

Una volta Putrescina viveva in paese, con noi, fino a quando si pensò di esiliarla. Era già alla terza pandemia.
"Va bene", disse lei, e l'uomo rischiò l'estinzione. Allora Putrescina si limitò ad annuire. 
Oggi è nomade dell'aria. 

Per conoscerne il cammino, basta osservare la mappa satellitare. 
I deserti che avanzano.

Commenti

Post più popolari