Passa ai contenuti principali

?

- Dove vuoi che vada …


la domanda perde subito energia, il punto interrogativo che cade a terra, tra i piedi di Giulio e Romina.


Lei abbassa gli occhi e lo vede. È come un serpente nero, la testa mozzata, puntiforme, appena staccata dal corpo.


- Raccoglilo – sibila – Sai che non li sopporto.


- Uh? – echeggia lui, le rughe della fronte che si innalzano perplesse.


- I tuoi punti interrogativi. Li perdi sempre – Romina sbuffa – Mai una volta che riesci a decidere qualcosa. Sei una nullità piena di domande!


Giulio si morde un labbro, poi si rende conto che non è quello il modo di accontentare Romina. In realtà è da mesi che non riesce ad accontentare Romina. Torna a casa usurato da un lavoro di topo impiegatizio e lei è il gatto che inarca la schiena alla sua pigrizia. Cerca di rilassarsi con i fumetti, la sua passione, e lei diventa la gomma che cancella il relax con la pretesa di uscire, subito, di fare un giro, muoviti, tanto-non-mi-porti-mai-da-nessuna-parte.


Allora, più intimorito che desideroso, lui abbandona il fumetto sul divano, e le propone “una gita fuori porta”.


Ma non è una decisione, no, nemmeno questa; la frase gli esce fuori con un punto interrogativo. Sempre.


E così la scena si ripete: lei lo fissa come se fosse un acaro da divano, quindi apre la porta di casa, fa un giro lungo la casa, e rientra con un ghigno, che Giulio ha paura di decifrare.


Giulio è confuso. Anche ora, mentre stringe le labbra e solo il loro pulsare di protesta lo aiuta a darsi una mossa.


Si china, sotto il peso dello sguardo di Romina, accompagnato dal gemito delle vertebre lombari.


Una mano sul ginocchio, a reggere il suo mondo sfaldato, l’altra che si allunga verso il punto interrogativo.


Che però sguscia via, il corpo nero serpeggiante che non varia la distanza dalla testa puntiforme, come se ad unirli ci fosse un collo trasparente.


Romina ondeggia appena quando il punto interrogativo sale sotto la sua gonna e la penetra. Completamente.


Lo sguardo di lei è sbarrato sul volto attonito del marito.


- Scusa – tenta lui, incapace di muoversi, più timoroso del rimprovero di Romina, che sbigottito da quanto sta accadendo.


- Per te è tutto un mondo di cartoni animati, vero? - ringhia Romina, mentre il punto interrogativo scava dentro e porta la morte nei suo tessuti – Sei il solito infantile – e si affloscia al suolo.


Giulio la osserva ancora un istante, sospeso. Poi si lascia andare sul divano e prende il fumetto interrotto.


Quando ricomincia la lettura, non si stupisce di notare che nei balloons mancano i punti interrogativi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Donna mia

Donna miaGiovanni Sicuranza

A volte, quando il sole si sbriciola nel buio, io dimentico il suo nome.

Lei era la mia prima donna, l’ho conosciuta non so quanti anni prima di questo imbrunire.

Ecco, ora che ci penso ho lasciato indietro anche il suo viso. 
E l'unica cosa che ricordo è come rideva. 

Rideva come un cucciolo, insomma, non c’era traccia di raziocinio nel suo ridere e questo era lo splendido, tanto da avere la forza di una memoria eterna.

Lei è stata la prima che mi ha fatto pensare alla vecchiaia. 
L'amore è anche questo, no?, quando la guardi e pensi che sarete vecchi insieme e, anche se sei appena un ragazzo, all’improvviso invecchiare diventa una previsione concreta e bella.

La mia donna è morta durante questi sogni, 
è morta che rideva.

Eravamo in un locale ormai chiuso, a pranzo con amici, qualcuno le ha detto una frase idiota e lei ha iniziato a ridere, con tutta la carne di pollo pronta a entrarle nello stomaco e che invece si è fermata in gola e così è rimasta, a s…

Esempio di Relazione medico legale. La Valutazione Multidimensionale dell'Anziano

Tolti i riferimenti nel rispetto della riservatezza (vi piace di più "privacy"?), riporto una mia Relazione scritta in risposta al parere negativo del Consulente Medico d'Ufficio, incaricato da un Giudice del Tribunale del Lavoro di rispondere sulla sussistenza dei requisiti per l'indennità di accompagnamento. Non cominciate a sbadigliare, non è troppo tecnica, forse persino utile per comprendere anche aspetti di interesse sulle autonomia della personza anziana (e non solo).




Dott. Giovanni Sicuranza
Medico Chirurgo
Specialista in Medicina Legale
cell.: 338-…..
e-mail: giovanni_sicuranza@....




Controdeduzioni medico-legali


a Relazione di Consulenza Tecnica d’Ufficio


del Professore Libro de’ Libris


Causa:
Itala NEGATA / INPS


RGL n. …



Premessa.


Nella Relazione Medico Legale di Consulenza Tecnica d’Ufficio, redatta il 15.08.2009 in merito alla causa in epigrafe, il professore Libro de’ Libris, incaricato come CTU dal Giudice del Tribunale Ordinario di …, Sezione Lavoro e Previdenza…

Esempi di statue dei Cimiteri Monumentali. Il laicismo, il verismo. L'erotismo.

Dai Cimiteri Monumentali di Bologna, Milano, Genova; Parigi, Londra, Lwow (Ucraina); Viriginia (USA).



Come spiegato negli articoli (a cui si rinvia), il cimitero moderno, che vive la sua fase di crescita e apoteosi tra l'inizio del XIX secolo e la metà del XX secolo, dal punto di vista dell'arte è caratterizzato da statue impregnate di laicismo, verismo, erotismo (vd. ad esempio il monumento dedicato a Victor Noir - Père-Lachaise, Parigi - , con la zona del pene in bronzo lucido, nell'evidente erezione che le donne non disdegnano di accarezzare, quale simbolo di fertilità).


E' la celebrazione della nuova borghesia, nell'individualismo e nella ricerca dei particolari, oltre il messaggio religioso.